skip to Main Content

Non si conoscono le origini di questo vitigno coltivato in Sicilia da diversi secoli. Presumibilmente è la stessa uva che Cupani (1696) descrive come uva siciliana detta “Grecani”. Pianta vigorosa, foglia media, grappolo medio di forma per lo più conica, acini con buccia poco pruinosa di colore giallo dorato. Maturazione media.

Vino fine di colore giallo dorato, discretamente alcolico, di odore e sapore neutro, fresco e armonico. Per le sue buone caratteristiche produttive è un vitigno coltivato diffusamente in Sicilia, ed in particolare nelle aree occidentali dell’Isola. L’area storica di diffusione ricade nelle provincie di Trapani e di Agrigento.

Back To Top